festival
L’Associazione di Promozione Culturale NAUFRAGI propone PORTE APERTE come momento per ri-mettere al centro i margini. Dormitori, residenze per immigrati, strutture per l’accoglienza madre... Da anni a Bologna il terzo settore e il volontariato in particolare s’interrogano su come progettare politiche per l’accoglienza insieme e oltre il pubblico, andando a scavare là dove gli attori pubblici e privati non possono o non...

 

Avviso

Naufragi 2008 ha anticipato di fatto l’avvento della “retorica del naufragio”. Oggi c’è “la crisi”, e ci riguarda tutti. Ieri era materia esclusiva per gli operatori sociali, confinata nei convegni tra addetti ai lavori. Oggi il naufragio popola il discorso pubblico, anima i talk show. La “povertà”, da spettro rimosso, si è trasformata in spauracchio. Naufragi, nell’edizione “zero” ha inaugurato una nuova stagione.
Il gruppo di lavoro della Consulta sulla casa e le nuove povertà, con le relative associazioni aderenti, ha lavorato alla definizione di un programma di incontri, conferenze, concerti, film, ecc.
Cruciale è stato il ruolo svolto dal volontariato (con il Centro Servizi) nel supportare l’iniziativa, e nel consentirle di prendere forma. L’iniziativa, che si è tenuta a cavallo dei mesi di marzo-aprile, è stata patrocinata dalla Regione Emilia-Romagna, dalla Provincia e dal Comune di Bologna.




L'oggetto scabroso

Nomadi e Rom come sfida per le città


Movimenti femminili

Il viaggio delle donne migranti


Dimoranti e senza dimora

Frammenti di accoglienza o un progetto di coesione sociale?


Vivere tra

Percorsi di migrazione oltre l'emergenza


Scarica il programma PDF